Skip Ribbon Commands
Skip to main content
 

 Cos'è il Whistleblowing

 

La traduzione letterale del termine significa “soffiare nel fischietto” e richiama l’immagine di un arbitro che segnala un’infrazione al regolamento di gioco.

 

Col termine whistleblowing si intende la segnalazione operata da un lavoratore agli organi di controllo dell’azienda relativamente a:

 

  •   -   violazioni e presunte irregolarità rispetto a quanto contenuto nelle procedure aziendali, nel Codice Etico, nel Regolamento aziendale e nel Modello di Organizzazione, Gestione e controllo ex d.lgs. 231/2001;

     


  •      -  comportamenti che possono configurarsi come reati o induzione a compiere reati;

     


<!-      -   comportamenti in contrasto con il dovere alla fedeltà verso l’azienda;

 

          -    comportamenti suscettibili di arrecare pregiudizio patrimoniale o di immagine alla Società o ai soci/azionisti;

 

  •    -  comportamenti che configurino un abuso del potere affidato ad un dipendente, al fine di ottenere vantaggi privati;

     

  •    -  comportamenti che possano arrecare un pregiudizio ai dipendenti o ad altri soggetti che svolgono la loro attività presso la Società.

     

  •  

Lo strumento del whistleblowing nasce come mezzo di prevenzione e correzione di malfunzionamenti o di degenerazioni del sistema di controllo interno o di gestione delle aziende/enti, che possono determinare rischi per i lavoratori o per l’azienda/ente oppure il perpetrarsi di reati, agevolando l’attivazione di adeguate azioni di investigation, remediation e mitigation.

 

I whistleblowers consentono di scoprire fatti e circostanze che comportano ad esempio:

 

  • - rischi relativi alla sicurezza sul lavoro

     

  • - rischi per l’ambiente

     

  • - molestie o mobbing

     

  • - furti o frodi

     

  • - corruzione, concussione, peculato

     

  • - iilleciti amministrativi e falso in bilancio

     

  • - eventuali altri reati o attività contrarie alle normative vigenti

     

Questo istituto è ampiamente diffuso nel mondo anglosassone (Gran Bretagna e Stati uniti), dove sono state introdotte delle norme che obbligano, ad esempio, le aziende quotate in borsa a dotarsi di procedure per la gestione delle segnalazioni e leggi a protezione dei whistleblowers, prevedendo sanzioni per il datore di lavoro che discrimini dipendenti o collaboratori che abbiano effettuato segnalazioni.

 

L’adozione del whistleblowing richiede la definizione di una procedura interna per la ricezione di segnalazioni nominative o anonime e che ne disciplini la relativa raccolta e gestione. La procedura adottata dall’Aeroporto di Bologna è reperibile nell’area “Policies” ed è denominata “Whistleblowing Policy”.

 

Le segnalazioni vengono ricevute dal Responsabile Internal Audit, in quanto funzione caratterizzata da indipendenza ed obiettività. Il Responsabile Internal Audit, se considera rilevanti le segnalazioni ricevute, può attivare una verifica per ottenere riscontri e conferme e/o coinvolgere altre unità organizzative (ad esempio Ufficio Legale, Personale, etc.) per intraprendere le azioni correttive e di tutela degli interessi aziendali.
Area Riservata